Chiesa vs Vasco

Pubblicato: 18 settembre 2011 in Musica

Chiesa vs Vasco

C’è da chiedersi se le lucide menti integraliste della Chiesa cattolica che stanno montando la polemica contro Vasco Rossi per le sue esternazioni su Facebook abbiano fatto bene i loro conti. Va bene che il caldo estivo non accenna a diminuire, va bene che quotidianamente devono dar mostra di quanto sono bigotti e intolleranti altrimenti la CEI non dà loro parte della quota dell’8×1000, va bene che Vasco li ha provocati inserendo nel nuovo album il “Manifesto futurista della nuova umanità” in cui elogia il proprio ateismo, ma  ci dovrà pur essere un limite alle fesserie che possono essere pubblicate sui giornali.

Ricapitoliamo: in questa estate 2011 il rocker di Zocca ha espresso più volte sul social network più usato del mondo idee libertarie non in linea con i sacri insegnamenti cattolici; ad esempio ha espresso l’idea che se fosse malato di tumore non si affiderebbe alle chemioterapie ma se ne andrebbe ai Caraibi a consumare antidolorifici; altre volte ha fatto arrabbiare il baciapile Carlo Giovanardi esternando il segreto di pulcinella sulla droghe, ovvero che non tutte sono uguali e che di marjuana non è morto mai nessuno. Insomma, Vasco ha espresso le sue idee che peraltro tutti conoscono da tempi non sospetti.

Questo tuttavia, messo per iscritto su Facebook, ha scatenato le ire dei bigotti e così domenica, sul supplemento bolognese di Avvenire la diocesi di Bologna l’ha accusato niente po’ po’ di meno che di «ingannare i giovani»! Bene, apprendiamo che per lorsignori esprimere liberamente la propria opinione significa ingannare i giovani.
Ancora più grave la giustificazione dell’invocazione alla censura riportata dal giornale ecumenico: «Un osannato ‘rocker’ non può essere esentato dai limiti dettati dal bene comune». Bene comune? E quando il Pontefice dice fesserie immonde del tipo che i profilattici non servono contro l’AIDS dove va a finire il bene comune?
Egregi signori porporati, è ora che decidiate quale sia la vostra linea in materia di libertà di opinione e di espressione: se ve ne avvalete per esternare le vostre fandonie non la potete negare a chi sostiene le tesi avverse alle vostre. Lo so, è dura da accettare ma il Medioevo è finito da un pezzo, cosa ci volete fare… oggi bruciare Vasco sul rogo vi costerebbe qualche piccolo danno di immagine!
Del resto si sa, noi viviamo in bilico fumando le nostre Lucky Strike rendendoci conto di quanto le malediremo, voi vivete in castelli dorati senza avere la minima idea di quello che significa tenersi a galla sopra questa merda.
[nocensura.com]
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...